Viaggio all'isola d'Elba

Dal primo al cinque aprile le classi 3A e 3E accompagnate dai e dalle docenti Lorenzo Zivec, Silvia Zumin, Franca Soranzio e Eleonora Navarra sono state in viaggio di istruzione all’Isola d’Elba. Eccone il resoconto.

L’isola d'Elba si presta bene come laboratorio didattico interdisciplinare a cielo aperto. Nel corso del viaggio infatti le alunne e gli alunni hanno potuto osservare  le specie vegetali autoctone dell’Elba e di Pianosa grazie alla loro splendida fioritura primaverile. L’arcipelago dell’Elba si trova all’interno del santuario dei cetacei, per cui alcuni studenti e studentesse hanno avuto la fortuna di poter osservare durante la navigazione, da e per Pianosa, le evoluzioni dei delfini. Utile come approfondimento è stata la visita alle miniere a cielo aperto di Rio Marina e all’esposizione di minerali e rocce nel Museo. 

Inoltre l’Arcipelago Elbano è un luogo ricco di storia, infatti le classi hanno visitato le residenze estiva - Villa di San Martino - e invernale di Napoleone, la villa di Mulini, la fortezza medicea di Porto Ferraio. Pianosa, oltre ad esser stata un super carcere, è stata pure un triste luogo di confino: c’è pure una lapide che ricorda quello dell’ex-presidente della repubblica Sandro Pertini; ancora prima la stessa località è stata un porto romano.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.