Vanessa Nicolini e Marco Manzan


I Caffè delle Scienze, che l’Università di Trieste organizza ormai da tredici anni, dal 2016 si aprono anche alle discipline umanistiche, giuridiche, sociali ed economiche. L’interdisciplinarità e l’apertura a concetti e metodologie appartenenti a diversi settori costituiscono valori importanti per l’Ateneo triestino, insediato in una città conosciuta nel mondo non solo per la densità di istituzioni scientifiche, ma anche per i suoi scrittori e per una storia che interseca emporialità, servizi economici e assicurativi, traffici portuali e tradizioni multiculturali. Nascono così i Caffè delle Scienze e delle Lettere, conversazioni informali tra ricercatori e pubblico sugli argomenti scientifici più diversi, che si tengono gratuitamente nei caffè storici della città di Trieste. Al pubblico non sono richieste particolari competenze, ma solo una certa dose di curiosità. L’obiettivo è quello di continuare e rafforzare il dialogo tra l’Università e la cittadinanza, attraverso lo scambio di opinioni e conoscenze sui risultati degli studi e della ricerca.

Giovedì 8 giugno al Caffè Tommaseo di Trieste alle ore 17.30

VANESSA NICOLIN docente di Istologia, Università di Trieste
Dalla medicina tradizionale ai farmaci del futuro

MARCO MANZAN docente di Fisica tecnica industriale, Università di Trieste
Benessere e sostenibilità nel risparmio energetico degli edifici

 

caffè delle scienze

locandina_TS_1_2017.pdf

Ultima modifica il 10-11-2020