Colloqui Fiorentini 2021

Riga bordeaux oberdants

I colloqui fiorentini: una dialettica aperta tra studenti e docente, con l'aiuto di Dante.

Perché accogliere la proposta di un progetto su Dante? Non ci dovrebbe essere nulla di nuovo.

Perché impegnarsi in un’iniziativa che si svolge in orario extrascolastico? Non certo per il voto, non certo per il credito.

Perché farlo sapendo a priori che ci sarebbe stato da studiare e lavorare in più, senza neppure la prospettiva del viaggio a Firenze?

I “perché” potrebbero continuare e le risposte sarebbero tante, ma certo sedici studenti devono aver avuto un desiderio spontaneo, coltivato poi in tre mesi e in tante ore. Sedici studenti di tre classi diverse (3^ H, 4^ F e 5^ H) riuniti a seguire le lezioni iniziali a scuola e poi organizzati in cinque gruppi partecipando a tanti incontri sulla piattaforma a distanza: alla fine per ciascun gruppo saranno una dozzina di incontri, tre dei quali durante le vacanze di Natale.

Forse perché credono che non tutto si fa per un riscontro immediato, che non tutto si misura in base a un criterio di utilità.

Forse perché è bello sentirsi incoraggiati dalle parole di un disperato che grida miserere di me.

Forse perché non è solo un viaggio sotto la grandine, tra le fiamme, in mezzo ai bestemmiatori, tra filosofia e teologia, tra paure e scoperte... forse è così vicino alla vita.

Forse perché la scuola è un valore e non un mercato dell'intrattenimento e gli studenti non vanno fuorviati con messaggi di ogni tipo, che disorientino o inducano al disimpegno, alla pigrizia e allo scoraggiamento.

Forse perché è emozionante riveder le stelle e salir alle stelle.

***

I Colloqui Fiorentini sono stati un'esperienza molto costruttiva; sono stati un'occasione per conoscere meglio Dante e anche noi stessi andando oltre la sfera scolastica; ci hanno permesso di esprimerci e di rapportarci con l’opera di Dante, che a volte può sembrare distante e complessa; ci hanno aiutato ad approfondirne lo studio rivelandoci la sua attualità e, al contrario di quel che si può pensare, la vicinanza del grande poeta ai nostri giorni e alle nostre vite.

In questo periodo Dante ci ha aiutato ad avere fiducia ed a guardare avanti in prospettiva verso la fine del "tunnel", senza fissare malinconicamente le "nere pareti del tunnel". Dante ha tenuto continuamente alto il morale con la forza e la bellezza dell'arte, dell'astronomia, della logica, della poesia, della visione storica: ci ha abituati, almeno un po', a vivere il presente in una prospettiva che guarda al futuro e si confronta col passato.

È stato interessante ascoltare l’interpretazione di alcuni celebri passi della Commedia da parte di importanti scrittori e studiosi, che hanno analizzato passi a noi noti, ma in una maniera nuova, approfondita, aprendoci uno spiraglio per nuovi spunti e per leggere quei versi da un altro punto di vista.

L’atmosfera di coinvolgimento sarebbe stata sicuramente diversa se fossimo stati a Firenze, ma l’intensità degli interventi è riuscita a catturarci, prenderci per mano e portarci fino alla splendida città toscana.

Attraverso le tesine abbiamo visto quanto le opere di Dante siano attuali; nei racconti abbiamo ricreato situazioni e personaggi danteschi; gli elaborati artistici ci hanno permesso di esplorare tecniche diverse per trasmettere la nostra visione sulle sue opere. Inoltre lavorare con altre persone, anche più grandi di noi, ci ha consentito di avere più spunti da cui partire per i vari elaborati.

***

Per la cronaca ogni gruppo ha realizzato una tesina, un racconto ed un elaborato artistico. Un apprezzamento va a tutti per la varietà dei lavori, l'impegno e la creatività.

Anche questa volta non sono mancate le soddisfazioni:

  • terzo posto per la sezione narrativa al racconto intitolato “Ratio Bifronte” degli studenti Giordano Alberti, Martina Paoli e Sara Vlacci della 4^ F

  • secondo posto per la sezione artistica all'elaborato intitolato “Bonconte da Montefeltro” degli studenti Enrico Cobai e Federico Van Eeden della 3^ H

Complimenti vivissimi!

Ecco qui di seguito gli attesti in formato PDF con le motivazioni:

Colloqui Fiorentini 2021

Ultima modifica il 26-04-2021